Torrefazione Artigianale Autogestita

 

ll processo di torrefazione costituisce una delle fasi fondamentali nella lavorazione del Caffè. 

Per eseguire la tostatura / torrefazione utilizziamo una macchina tradizionale a tamburo rotante di piccole dimensioni, dedicata alla produzione di caffè di elevata qualità. La cottura è lenta e a basse temperature, così da permettere al Caffè di sviluppare al meglio i propri aromi e delle caratteristiche organolettiche pregiate. Nella nostra tostatrice i chicchi, attraversati dall’aria calda che permette la torrefazione, vengono continuamente mescolati all’interno di un cilindro rotante così da garantire una tostatura ottimale e uniforme.

La lentezza del processo produttivo tradizionale (fino a 10 volte più lento rispetto ad altri metodi) è considerata l’unico mezzo per far emergere la raffinatezza e la complessità aromatica dei caffè di elevata qualità.

Al fine di poter adattare il processo alla materia prima, tutto il Caffè lavorato dal Collettivo Caffè Malatesta viene tostato singolarmente così da ottimizzare la qualità del prodotto finale. Il giusto grado di tostatura viene valutato costantemente tramite l’utilizzo di un sondino (vedi foto) e la torrefazione viene completata in base all’esperienza maturata e alle prove precedentemente effettuate. La durata della tostatura / torrefazione e la temperatura di cottura variano sensibilmente in funzione del risultato che si vuole ottenere e in base caratteristiche del caffè verde (che variano in base all’anno, all’origne e a numerosi altri fattori).

                                         Tostatura 2

Nella tostatura, il Caffè perde la pellicola argentea la quale costituisce un rifiuto organico riutilizzabile in agricoltura (utilissima per via della sua elevatissima ritenzione idrica). Su questo specifico aspetto si segnala la decisione,  già resa operativa nelle prime fasi sperimentali del progetto, di valorizzare questo residuo organico di lavorazione mettendolo a disposizione dei piccoli orticoltori vicini alla sede di produzione come prezioso ammendante naturale.

Alla fase di tostatura / torrefazione segue il raffreddamento e la cosiddetta “spietratura”. Il controllo manuale del Caffè verde prima della cottura e questa fase di ulteriore selezione, garantiscono la purezza del prodotto finito, salvaguardando e valorizzando la qualità della materia prima, attraverso l’attenzione e la cura artigianale dei processi di torrefazione.

Il Caffè tostato viene poi stoccato nei silos al riparo da fonti luminose e termiche che potrebbero comprometterne l’integrità e successivamente viene confezionato in monorigine o in miscela. Questa operazione di combinazione tra materie prime eterogenee rappresenta senza dubbio l’ennesima sfida qualitativa del torrefattore, che deve bilanciare i diversi aspetti aromatici selezionando miscele ottimali a seconda della destinazione d’uso del prodotto finito (moka, macchina espresso domestica e/o professionale).

_____________________________________________________________________________



DSC_0044modsito2
Sito-13.jpg
caffe-malatesta-torrefazione-artigianale-autogestita-coffee-zapatista-chiapas-messico-tostatura-arabica-espresso-menu
caffe-malatesta-torrefazione-artigianale-autogestita-il-collettivo
caffe-malatesta-torrefazione-artigianale-autogestita-coffee-zapatista-chiapas-messico-tostatura-arabica-espresso-raccolta-3
caffè-malatesta-torrefazione-artigianale-autogestita-coffee-tostatura
Caffè Zapatista
4df